Archivio | News RSS feed for this section

Buone vacanze da aRtLoVeRs!

1 Ago

BuoneVacanzaEstive(aRtLoVeRs)

Annunci

Estemporanee intorno all’“Ulisse” dantesco nel nuovo lavoro degli Es Nova

6 Lug

La voce è uno strumento. Uno strumento melodico ma anche uno strumento in grado di produrre ritmi, rumori, parole, sussurri… Ogni linea vocale costruita su melodie, su ritmi, rumori, parole e sussurri può poi sovrapporsi, può intrecciarsi, può giocare con le altre linee, inseguendosi, afferrandosi poi lasciandosi andare a nuovi giochi.

La voce è anche veicolo su cui viaggiano le emozioni. Luci ed ombre si alternano tra le linee vocali per evidenziare di volta in volta le silenziose attese colme d’inquietudine o le divagazioni, le nenie e i racconti sonori, gli sbalzi d’umore e le estasi sublimi.

Ed è proprio il viaggio intorno alle infinite possibilità di questo prezioso strumento, a partire da ispirazioni provenienti dall’“Ulisse” dantesco, ad essere al centro del nuovo album degli Es Nova, non a caso intitolato “Nostos”.

Nostos” rappresenta quello che è il vero senso del viaggio stesso, ovvero non tanto il raggiungimento della meta quanto l’esperienza del percorso, la ricerca: andare alla scoperta di sensazioni nuove, da cui lasciarsi travolgere come da un mare in tempesta, o di sensazioni antiche, da riscoprire al chiarore di nuove lune, di fronte a nuovi orizzonti.

La sperimentazione artistica degli Es Nova prosegue quindi con questo nuovo viaggio fino ai confini della voce umana ma che in realtà è un viaggio di ritorno alla propria essenza più intima, nascosta nelle profondità dell’inconscio e lì custodita sin da epoche remotissime. Si affronteranno tormente e a volte potrà capitare anche di perdersi ma alla fine, ovunque si giungerà, sarà per specchiarsi di fronte ad un nuovo sé. Perché, come dice Anne Carsonl’unica regola del viaggio è: non tornare come sei partito. Torna cambiato”.

Line up:

Pietro Conversano – voce

Erica Agostini – voce

Nicola Rosti – sounds

Prodotto da: Nicola Rosti presso Duna Studio (RA) – 26-27 Maggio 2017

Registrato, missato in tempo reale e masterizzato, direttamente su registratore analogico 2 tracce, da Ivano “Kafka” Giovedì e Nicola Rosti.

Le tracce del lavoro raccolgono sessioni estemporanee intorno alla poetica dell’“Ulisse” dantesco, testimoniando una evoluzione che dal suono diviene parola poetica.

 

Link utili:

Sito ufficiale:

http://www.esnova.it

Facebook official page:

https://www.facebook.com/musicartvisualesnova

*****

BIOGRAFIA ES NOVA

Gli Es Nova nascono nel 2016 come idea di ricerca applicata alla musica e allo stesso tempo dall’idea di sperimentare la musica improvvisativa-estemporanea dal vivo.

Gli Es Nova affrontano il tema del linguaggio e del rapporto con la parola, musicale o parlata, con lo spazio e con il sonoro come contenitore/contenuto. Attraverso il rapporto con le arti visive, al centro delle performance dal vivo, gli Es Nova tentano di dialogare con l’elemento pittorico, anch’esso estemporaneo, in particolare con il gesto grafico, con l’inizio, con la macchia, il simbolo e le sue infinite letture.  I loro principali rimandi e influenze vanno al blues, al surrealismo, a Stockhausen, Davis, al pop anni ‘80 e alla psichedelia, fino alle ricerche sonore di Parmeggiani, Eno e Terry Riley.

(H)yperestasy” è il primo disco degli Es Nova: un’opera aperta nella quale convergono in ultimo diverse estetiche e molteplici campi di ricerca. #Dialoghi che si incontrano ai margini fra musica, filosofia, psicoanalisi lacaniana, arti visive, musicoterapia e chirofonetica.

Nella primavera del 2017 vengono pubblicati alcuni episodi audio visivi (con la collaborazione del videomaker Andrea Parolo): il primo episodio, “(H)imperfection”, è stato registrato dal vivo in presa diretta durante una performance del gruppo, invece gli altri due, “Micrologos I” e “Micrologos III”, sono stati registrati con il solo supporto di un iPhone durante una session di prove in studio.

A giugno gli Es Nova sono risultati tra i finalisti al premio “Omaggio a Demetrio Stratos” e hanno perciò avuto l’opporunità di esibirsi sul palco della rassegna a Cento (FE).

La ricerca del gruppo prosegue poi con l’uscita di “Nostos”, pubblicato il 6 luglio 2017: un disco nato sulla base di estemporanee intorno all’“Ulisse” dantesco e ispirato alle ricerche sonore e vocali di Luigi Nono, Luciano Berio e l’avanguardia del ‘900.


Gli Es Nova sono:

Erica Agostini [Vocals] /

Pietro Conversano [Vocals] /

Nicola Rosti [Guitars, Synths, Treatments] /

Alice Drudi [Piano, Piano Rhodes, Organs] /

Loretta Militano [Visual Arts]

*

“A suon di parole – La tua voce contro l’omologazione” – Al via il concorso letterario gratuito dell’associazione culturale “I Think”

12 Giu

L’associazione culturale I Think, che dal 2009 si impegna a dar visibilità alle bellezze e ai talenti italiani nei differenti campi artistico-culturali, promuove il concorso letterario “A suon di parole – la tua voce contro l’omologazione”, finalizzato alla pubblicazione di poesie, novelle e racconti originali in lingua italiana. La partecipazione al concorso è completamente gratuita e le opere selezionate andranno a costituire la prima “Antologia letteraria della creatività contemporanea”, volume fuori commercio divulgato tramite tutti i canali dell’associazione culturale I Think e promosso con il supporto dell’ufficio stampa & management Artlovers Promotion, il quale si occuperà non soltanto di diffondere l’opera alle redazioni di settore per le consuete recensioni, ma anche di proporre interviste a tutti i singoli autori che avranno l’opportunità di pubblicare all’interno di essa.

Il concorso “A suon di parole – la tua voce contro l’omologazione” è un concorso gratuito a tema libero dedicato agli autori di poesie, novelle e racconti brevi in lingua italiana. È possibile partecipare ad una sola o anche a più di una tra le categorie proposte (Poesie, Novelle e Racconti Brevi). Tutti i testi dovranno essere inviati entro la mezzanotte del 15 luglio 2017, in un’unica cartella zippata contenente anche la domanda di iscrizione e il resto del materiale occorrente specificato nel file delle norme di partecipazione al concorso, che gli interessati possono richiedere tramite e-mail all’indirizzo: associazione@ithinkmagazine.it. La cartella zippata andrà inviata esclusivamente tramite wetransfer in un unico invio al medesimo indirizzo.

L’associazione culturale I Think si occuperà di leggere tutti i lavori pervenuti e selezionarne i migliori, che andranno a costituire il primo volume dell’“Antologia letteraria della creatività contemporanea”, il quale sarà pubblicato entro dicembre 2017. Gli autori che saranno inseriti nell’antologia, oltre alla promozione delle proprie opere in essa contenute, riceveranno l’iscrizione gratuita all’associazione culturale I Think; copia omaggio dell’antologia; intervista su I Think Magazine; recensione di un’opera originale su I Think Magazine; inserimento di una citazione autografa, diffusa come immagine attraverso i social network di I Think Magazine (le citazioni autografe sono frasi originali dell’autore – aforismi o frasi brevi estrapolate dalle sue opere – particolarmente rilevanti e quindi utili sui social network per far comprendere agli utenti lo stile o gli ideali dell’autore stesso ed avvicinarli alla sua opera).

Eventuali proroghe o modifiche relative alle tempistiche e al regolamento saranno pubblicate sui canali ufficiali dell’associazione culturale I Think. Tutti gli aggiornamenti saranno consultabili attraverso la pagina facebook ufficiale del magazine dell’associazione, a questo link: https://www.facebook.com/iThinkMag/.

Qui l’articolo di lancio del concorso letterario sul bollettino ufficiale dell’associazione culturale I Think: http://www.ithinkmagazine.it/concorso-letterario-a-suon-di-parole-2017/

Gli opposti si attraggono e si completano ne “La lunga eclisse”, nuovo singolo di Arau

23 Mag

Un amore tra “antagonisti”, tra amanti divisi dalle distanze, non è un amore impossibile ma anzi, quando si realizza, stravolge completamente l’ordine naturale delle cose fino a dar vita ad una nuova e meravigliosa realtà creata da due esseri completi che si fondono tra loro per formare un unico essere perfetto.

Metafora di un amore così travolgente e totale è l’ancestrale amore tra il Sole e la Luna, che nel videoclip de “La Lunga Eclisse”, nuovo singolo del cantautore Arau, sono personificati dallo stesso artista e dalla splendida Alice Fabbri. In questo brano Arau racconta la sua visione del sentimento più nobile ed antico del mondo e lo fa attraverso l’impaziente attesa di un amante che aspetta di incontrare la sua amata e spera di poterla trattenere a sé il più a lungo possibile, per una lunga, lunghissima eclisse.

Il videoclip, diretto da Oscar Serio, è promosso dall’Associazione Brincamus e da Artlovers Promotion.

Guarda qui il video:

 

BIOGRAFIA DI ARAU

Arau” in lingua sarda indica l’atto della coltivazione, il nostro solco, la nostra identità. Con simili intenti è nato il progetto musicale Arau, da un’idea del cantautore Toni Cogoni, nato e vissuto in Sardegna per 24 anni, poi trasferitosi a Bologna dove risiede tuttora.

Dopo essere stato leader di diverse band bolognesi, Toni ha deciso di intraprendere la carriera solista, prima con il progetto TiONI e successivamente con Arau, accompagnato dal violoncello di “Fresco” Cellini. Con questo progetto è stato pubblicato, nel marzo 2013, l’album “Rabdoamanti”, il cui titolo gioca con le parole per descrivere malinconicamente la decadenza e la vulnerabilità dell’animo umano, la ricerca di se stessi e del mondo che sogniamo di vivere. Le canzoni e i testi contenuti in questo primo lavoro descrivono una attenta visione delle cose e dell’animo umano, attraverso temi ricercati e melodie raffinatamente italiane. Si sviluppa così la precisa identità musicale del cantautore, che segue un proprio percorso artistico senza cedere a compromessi ma presentando se stesso e le proprie emozioni in maniera diretta e sincera.

Nell’aprile del 2016 viene pubblicato “Gravity”, singolo di lancio del nuovo disco, “La Lunga Eclisse”, uscito il 13 luglio 2016. Questo nuovo lavoro raccoglie canzoni che raccontano il romanticismo nelle sue diverse forme. Il secondo singolo tratto dall’album, la title-track “La Lunga Eclisse” è uscito il 23 maggio 2017 accompagnato da un videoclip girato da Oscar Serio e promosso dall’Associazione Brincamus e da Artlovers Promotion.

Musicalmente Arau abbraccia diversi generi, dall’indie-rock alla canzone d’autore; canta e suona le sue chitarre acustiche come un percussionista, con tecniche di percussion body, richiami in air-tapping e chitarre slide da ginocchia Weissenborn, che valorizzano il live con un impatto visivo emozionante.

Link utili:

Sito web ufficiale – www.arau.it

Pagina facebook – https://www.facebook.com/ArauMusic

Esplosioni indipendenti di creatività per gli Es Nova: nasce così Micrologos

10 Mag

Magma sonoro che esplode incandescente dal fervore creativo delle diverse personalità artistiche che formano gli Es Nova e che si scioglie poi tra gli impulsi dei reciproci strumenti, in un dialogo teoricamente infinito di parole fatte note e restituite al mondo come suoni eterei ma ancora incandescenti.

Torna così il combo degli Es Nova, a brevissima distanza da “(H)Imperfection”, il primo videoclip realizzato registrando dal vivo una performance della band. E tornano ancora una volta in maniera originale ed inaspettata, presentandosi al pubblico con un nuovo concept nato “per caso”, durante una session di prove in studio, e registrato con un iPhone, semplicemente per raccogliere idee e spunti, senza prevedere che di idee e di spunti sarebbe stata “tappezzata” l’intera registrazione, diventata così di diritto un intero nuovo lavoro, chiamato “Micrologos”.

Qui è possibile guardare e soprattutto ascoltare gli episodi I e III:

Micrologos I: https://www.youtube.com/watch?v=1SrkfEFEkQI&t=639s

Micrologos III: https://www.youtube.com/watch?v=ITKjwySbbf4

*

BIOGRAFIA ES NOVA

Gli Es Nova nascono nel 2016 come idea di ricerca applicata alla musica e allo stesso tempo dall’idea di sperimentare la musica improvvisativa-estemporanea dal vivo.

Gli Es Nova affrontano il tema del linguaggio e del rapporto con la parola, musicale o parlata, con lo spazio e con il sonoro come contenitore/contenuto. Attraverso il rapporto con le arti visive, al centro delle performance dal vivo, gli Es Nova tentano di dialogare con l’elemento pittorico, anch’esso estemporaneo, in particolare con il gesto grafico, con l’inizio, con la macchia, il simbolo e le sue infinite letture.  I loro principali rimandi e influenze vanno al blues, al surrealismo, a Stockhausen, Davis, al pop anni ‘80 e alla psichedelia, fino alle ricerche sonore di Parmeggiani, Eno e Terry Riley.

Hyperestasy” è il primo disco degli Es Nova: un’opera aperta nella quale convergono in ultimo diverse estetiche e molteplici campi di ricerca. #Dialoghi che si incontrano ai margini fra musica, filosofia, psicoanalisi lacaniana, arti visive, musicoterapia e chirofonetica.

Gli Es Nova sono:

Erica Agostini [Vocals] /

Nicola Rosti [Guitars, Synths, Treatments] /

Alice Drudi [Piano, Piano Rhodes, Organs] /

Loretta Militano [Visual Arts]

Link utili:

Sito ufficiale:

http://www.esnova.it

Facebook official page:

https://www.facebook.com/musicartvisualesnova

Esce oggi “23 dicembre”, il primo singolo e videoclip di Cecilia tratto da “Mari e Venti”

26 Apr

Dopo un’apprezzatissima première su Rockit, il videoclip di “23 dicembre”, primo singolo di Cecilia (alias Mari Regazzoni) estratto dall’album “Mari e Venti” (Jestrai/Artlovers Promotion) è da oggi disponibile ufficialmente su tutti i canali.

Momenti quotidiani e semplici si susseguono vorticosamente in questo video, spogliati dei loro contorni ed immersi nell’allucinata ombra del ricordo, che distorce e sublima ogni attimo, ogni dettaglio comune, ogni scena di agreste serenità familiare, rielaborando nel caleidoscopio di immagini ed emozioni ogni sussulto proveniente dal passato, dal “caos vissuto”. Così, con forza gravida di impulsi incessanti, da quello stesso caos viene generato un nuovo inizio, figlio del passato ma proiettato verso il futuro, come quel “23 dicembre” in cui Mari è diventata Cecilia.

Cecilia/Mari, oltre ad aver scritto testo e musica del brano e suonato tutti gli strumenti, è anche l’artefice del videoclip, che potete guardare da questo link:

https://www.youtube.com/watch?v=aKPHF0v-Omc

Cecilia: da oggi in anteprima su Rockit il videoclip “23 dicembre”, primo singolo estratto da “Mari e Venti”

18 Apr

Circa due mesi fa, il 26 febbraio, è stato pubblicato il primo disco solista di Cecilia, “Mari e Venti”. Oggi finalmente sveliamo l’identità di questa artista così eterea, intimamente graffiante e fuori dagli schemi. Dietro il moniker “Cecilia” si cela infatti Mariateresa Regazzoni, fondatrice della Jestrai Record nonché attivissima e appassionata promotrice di artisti indipendenti da quasi vent’anni.

Già dal 2009 Mariateresa ha iniziato a presentarsi al pubblico anche come artista, cantante e tastierista, nella band dei Füsch, con la quale ha inciso cinque dischi (e nella quale agli esordi ha militato anche Amaury Cambuzat degli Ulan Bator). Alla fine del 2015, e precisamente il 23 dicembre, Mari/Cecilia ha quindi iniziato a dar vita e forma alle numerose idee che già aveva in cantiere per il suo esordio solista e così è nato il disco “Mari e Venti”, di cui “23 dicembre” è il primo singolo.

Mariateresa Regazzoni è anche l’ideatrice e artefice dello stralunato e psichedelico videoclip che accompagna il singolo e che da oggi è in anteprima esclusiva su Rockit.

Potete guardarlo da qui:

https://www.rockit.it/news/cecilia-jestrai-verdena-nuovo-video-nuovo-album-23-dicembre