Cecilia: da oggi in anteprima su Rockit il videoclip “23 dicembre”, primo singolo estratto da “Mari e Venti”

18 Apr

Circa due mesi fa, il 26 febbraio, è stato pubblicato il primo disco solista di Cecilia, “Mari e Venti”. Oggi finalmente sveliamo l’identità di questa artista così eterea, intimamente graffiante e fuori dagli schemi. Dietro il moniker “Cecilia” si cela infatti Mariateresa Regazzoni, fondatrice della Jestrai Record nonché attivissima e appassionata promotrice di artisti indipendenti da quasi vent’anni.

Già dal 2009 Mariateresa ha iniziato a presentarsi al pubblico anche come artista, cantante e tastierista, nella band dei Füsch, con la quale ha inciso cinque dischi (e nella quale agli esordi ha militato anche Amaury Cambuzat degli Ulan Bator). Alla fine del 2015, e precisamente il 23 dicembre, Mari/Cecilia ha quindi iniziato a dar vita e forma alle numerose idee che già aveva in cantiere per il suo esordio solista e così è nato il disco “Mari e Venti”, di cui “23 dicembre” è il primo singolo.

Mariateresa Regazzoni è anche l’ideatrice e artefice dello stralunato e psichedelico videoclip che accompagna il singolo e che da oggi è in anteprima esclusiva su Rockit.

Potete guardarlo da qui:

https://www.rockit.it/news/cecilia-jestrai-verdena-nuovo-video-nuovo-album-23-dicembre

 

Esce oggi il primo estratto live degli Es Nova “(H)Imperfection”

27 Mar

Si è molto parlato della fusione di elementi artistici del progetto degli Es Nova, che propongono musica estemporanea, influenzata da sonorità blues ed elettroniche, dalle pitture sonore di Stockhausen, dal surrealismo, dalla psicoanalisi e dall’idea di dialogo sonoro pensata da Mauro Scardovelli, ma inscindibilmente legata anche alla pittura e al coinvolgimento diretto del pubblico, con continui giochi di reciproca ispirazione che si realizza in performance uniche e innovative.

“Le performance – spiega la presentazione – sono realizzate a partire dal tema, “Timore ed Estasi”, che ispira il lavoro dal vivo del gruppo. Il tema apre al dialogo fra le forme d’arte protagoniste nei concerti, accogliendo idee e i rimandi creativi offerti dal pubblico, anch’egli attore e protagonista durante i concerti.

Opere aperte quelle che gli Es Nova propongono dal vivo, vicine all’aforisma realizzato di getto, al bozzetto incompiuto e alla scommessa creativa che si apre sulla scena del momento presente, mai ripetibile. La Musica non è la sola protagonista; entra infatti in dialogo con la Pittura, pensata anch’essa come gesto improvvisato, che si compie e si sviluppa attraverso le suggestioni che la musica evoca in quel momento, in un continuo incontro di intuizioni e dialoghi silenziosi fra il visivo-pittorico e il musicale”.

Da oggi è finalmente disponibile un video suggestivo che dà corpo al suono di una di queste esibizioni (registrata in occasione del live presso la Sala del Castello di Verucchio (RN) il 21 Agosto 2016, in diretta e senza editing) su immagini mentali, psichedeliche, liquide e in continuo movimento, in continua evoluzione come le suggestioni che si alternano tra i vari strumenti.

Il video è stato realizzato dal videomaker Andrea Parolo. Gli Es Nova sono Erica Agostini (voce), Nicola Rosti (chitarre, synth, effetti), Alice Drudi (piano, organo, piano elettrico), Loretta Militano (visual art). Il fonico di sala della serata è stato Andrea “Duna” Scardovi.

Guardate qui il video: https://www.youtube.com/watch?v=UZjmowZ7I5E&feature=youtu.be

*

Link utili:

Sito ufficiale:

http://www.esnova.it

Facebook official page:

https://www.facebook.com/musicartvisualesnova

“Mari e Venti”: tempeste e sogni nell’esordio solista di Cecilia

24 Feb

copertina_mari-e-ventiDomenica 26 febbraio 2017 uscirà per JestraiMari e Venti”, primo disco solista di Cecilia, moniker dietro il quale si cela un’artista che per adesso vuol rimanere nell’ombra, per far parlare prima di tutto la sua musica, ma che da circa vent’anni opera nel mondo della discografia indipendente italiana e a cui molti musicisti devono molto. Ora, in una data per lei emblematica, Cecilia ha deciso di osare un po’ di più e di mettersi alla prova con un disco solista intimo, sognante, dolcemente allucinato, in cui ha l’opportunità di raccontare in prima persona le sue ispirazioni, le sue idee, le sue storie…

In “Mari e Venti” le influenze soft rock si fondono con atmosfere psichedeliche in cui tutto è enfatizzato da un tappeto di elettronica dal gusto retrò che riesce a dare al suono di quest’album un timbro onirico, vera e propria firma dell’artista. Nei testi, invece, c’è spazio per la poesia sussurrata e mai urlata, in una piroettante danza di parole sempre in punta di piedi, che procedono delicate eppur direttissime; c’è spazio per le immagini lontane, quelle dei ricordi che riaffiorano un po’ sbiaditi ma ancora carichi di emozioni a volte belle, da cui ripartire per il futuro, altre volte meno belle, da esorcizzare con la forza potente della musica; c’è spazio per la travolgente energia del mare mosso dai tormenti del vento ma anche per l’evanescente e sublime dolcezza del sogno che è anche un ponte verso la speranza sempre accesa.

L’esordio di una donna che ha sempre vissuto intensamente e ora è pronta a navigare i “Mari” governando la forza dei “Venti”.

Presto sarà possibile ascoltare i brani di questo album, nel frattempo seguite Cecilia attraverso la sua pagina facebook: https://www.facebook.com/Cecilia22122015/?fref=ts

“Se stesso da solo”: il nuovo videoclip dei Gran Torino per imparare a guardare con gli occhi dell’anima

9 Feb

grantorino-sestessodasoloartloversI cinque sensi ci possono mostrare il mondo circostante, ma solo elevandoli alle estreme conseguenze sono in grado di mostrarci noi stessi. Il tatto oltre il tatto, l’udito oltre l’udito, il gusto oltre il gusto, l’olfatto oltre l’olfatto e la vista oltre la vista, non hanno bisogno tanto di pelle, orecchie, lingua, naso e occhi, quanto di cuore e passione. Questa riflessione è il valore aggiunto che il nuovissimo videoclip dei Gran Torino va a dare al brano “Se stesso da solo”, mostrando come si può essere in grado di apprezzare il calore di un bel tramonto, l’abbraccio della natura o il piacere dell’arte anche se gli occhi ci impediscono di vederli come li vedono gli altri.

I due rocker bolognesi, affidatisi ancora una volta al regista Simone Cappelletti, hanno coinvolto come protagonista del video un maestro della scultura contemporanea come Felice Tagliaferri, non-vedente eppur creatore di straordinarie sculture dai lineamenti palpitanti e vivi, un po’ come il sordo Beethoven è stato in grado di comporre a suo tempo musiche ancora oggi ineguagliabili.

A distanza di circa un anno dall’uscita del disco “Albero e Terra”, il nuovo singolo della band va a chiudere brillantemente il cerchio ricco di soddisfazioni di questo album, confermando lo straordinario talento di Daniele Berni e Marco Paradisi (affiancati in sede live da Fabio Spinelli) nel creare piccole perle in cui l’anima cantautorale e l’energia del rock si fondono in un’estasi di travolgenti emozioni.

Il videoclip è stato presentato in anteprima con grande successo giovedì 2 febbraio, durante l’inaugurazione della Sala multisensoriale del MACRO – Museo d’Arte Contemporanea di Roma, e da oggi è disponibile finalmente su tutti i canali.

Guardate qui il video: https://youtu.be/C_XtDzlpgJw

* * * * * * *   

BIOGRAFIA GRAN TORINO

Gran Torino” come il film di Clint Eastwood, pieno di rabbia e di dolcezza. Gran Torino come quella vecchia auto della Ford, che miscelava potenza ed eleganza. Gran Torino come questo esplosivo duo bolognese dall’originale formazione, che vede Daniele Berni alla voce e alla batteria e Marco Paradisi al basso e alla chitarra (con il “supporto live” di Denis Borgatti ai synth); un nome perfetto, scelto dai due per far “uscire allo scoperto” una band che in realtà, dicono, “esiste da sempre, come la nostra amicizia”.

Berni e Paradisi suonano infatti insieme dal lontano 1998 ma solo nel Giugno 2013 hanno deciso di fondere le rispettive anime musicali in questo progetto che, dopo due anni di lavoro su testi e musiche, si è finalmente rivelato con la pubblicazione di “Albero e Terra”, l’album d’esordio che mostra una formazione compatta e determinata, dotata di grande comunicatività e talento compositivo.

Albero e Terra” è un disco nato di getto, da chiacchiere, confidenze e improvvisazioni. Marco suonava di notte, registrava la musica e la mandava a Daniele, che su quelle note cuciva le storie, e in tutte le nove tracce del disco resta intatta e tangibile questa freschezza compositiva, nonostante il grande lavoro fatto in seguito sugli arrangiamenti, curatissimi, e sui suoni, che travolgono con una devastante potenza rock.

A dare il titolo all’album è uno dei brani più intensi contenuti al suo interno, cantato da Daniele insieme a Francesca Biancoli, che ha prestato la sua incantevole voce, dotazione extralusso, per il progetto dei Gran Torino. Fra le righe, il rapporto tra due persone – non necessariamente un uomo e una donna – la storia di una dipendenza dal bene dell’altro, un altro che prima o poi ci allontana, “lasciando al vento” le nostre radici.

Gli altri brani? “Tutti figli nostri – spiega Daniele – tutti introspettivi”. Le raffinate melodie dei Gran Torino si intrecciano straordinariamente con l’aggressività dell’alt-rock e con i versi che sfruttano perfettamente la complessa musicalità della lingua italiana, e la splendida “Fotografie”, scelta come primo singolo, si erge ad emblema dello stile del duo.

Sala prove in casa, registrazione di basso e batteria in presa diretta all’Animal Sound Studio di Ferrara, quindi passaggio al Boat Studio di Marco per gli arrangiamenti, le chitarre, i cori e le voci finali. Infine mix e masterizzazione a cura di Marco Borsatti. “Fare un disco è un viaggio lunghissimo, ma non baratteremmo una serata in studio con nessun’altra cosa”.

Il viaggio dei Gran Torino è cominciato. Mettetevi in scia.

 

LINK UTILI:

Albero e Terra” su Spotify: https://play.spotify.com/album/41dpfIV8BBevXKT3KWP9h0?play=true&utm_source=open.spotify.com&utm_medium=open

Albero e Terra” su iTunes: https://itunes.apple.com/it/album/albero-e-terra/id930424801

La pagina fb della band: https://www.facebook.com/GRANTORINOMUSIC

In anteprima da oggi “Hallow’s Trick”, primo videoclip degli Estetica Noir

14 Dic

esteticanoirhallowtrickartloversIl nuovo anno si inaugurerà con un vero e proprio terremoto nel mondo del rock: da gennaio 2017 infatti, come roccia ardente caduta dal cielo, gli Estetica Noir porteranno sul nostro pianeta il loro primo full-lenght, “Purity”, la cui onda d’urto aprirà un ponte spazio temporale tra la musica più potente e massiccia di oggi e quella del passato, in una miscela originale ed esplosiva.

Per presentare questo nuovo lavoro la band piemontese pubblica oggi in anteprima su I Think Magazine il videoclip ufficiale del primo singolo, “Hallow’s Trick”, un affresco di suoni che oscilla tra la freddezza dark e new wave dei primi anni ‘80 e le moderne influenze electro-rock, tra una base ritmica solida e dinamica e chitarre dirette e graffianti, tra inserti elettronici – sia ritmici che d’atmosfera – e un cantato versatile, che riesce a coprire un’ampia gamma di sensazioni, trasmettendo adrenalina, estraniazione, passionalità e malinconia, il tutto condito con una ricercata e curata valorizzazione del suono e dell’arrangiamento.

Nel videoclip, girato da Xenos Production, i protagonisti si sforzano di esorcizzare i mali attraverso l’espressione dei pensieri più intimi e nascosti, con la scrittura che si erge a medicina per l’anima, ma che costringe a trovarsi faccia a faccia contro i propri dolori. Spesso si cade, si cede ai fallimenti emotivi ma lo scorrere del tempo nel suo inesorabile cammino verso il proprio destino offre la possibilità per nuovi tentativi, in una spirale di aggressività e rassegnazione, di perdizione e sprofondamento negli abissi dell’inconscio, che forse non avrà mai fine…

Gli Estetica Noir sono atterrati sul nostro pianeta con lo scopo di stravolgere i vostri sensi, quindi preparatevi alla rivoluzione con questo video:

http://www.ithinkmagazine.it/video-anteprima-estetica-noir-hallow-s-trick

CREDITS VIDEOCLIP

Artista: Estetica Noir

Canzone: Hallow’s Trick

Tratto da: Purity (2017)

Etichetta: Red Cat Records

Regia e Montaggio: Xenos Production

Art Direction: Xenos & Estetica Noir

Produzione: Xenos

****

BIOGRAFIA ESTETICA NOIR

Estetica Noir nasce nel 2013 come progetto new wave/rock, per mano del cantante-chitarrista-compositore Silvio Oreste e del bassista-arrangiatore Riccardo Guido.

2014: l’ep omonimo di debutto vede aggiungere al sound iniziale alcune contaminazioni elettroniche. Il brano “I Will Kill You” viene inserito all’interno della compilation “For The Bats”, distribuita a livello mondiale e contenente nomi quali The Last Dance, Monica Richards, The March Violets e tanti altri. Alcuni brani dell’ep ruotano con regolarità sul programma radio del leggendario scrittore e giornalista inglese Mick Mercer.

2015: esce il videoclip ufficiale del brano “I Will Kill You” e il brano “Beautiful Absence” viene inserito nella compilation “For The Bats Vol.3” (U.S.A.) insieme a band come The Eden House e The Danse Society.

2016: il brano “Le Scogliere di Okinawa” viene inserito nella compilation “Italian Gothic” dell’etichetta finlandese Gothic Music Records.

Gli Estetica Noir sono essenzialmente una band live. Numerosi opening-act alimentano il seguito della band; tra le aperture più prestigiose, spiccano quelle per band storiche quali Christian Death e The Chameleons.

Viene raggiunto un accordo con l’etichetta Genotype Records per la ristampa rimasterizzata (più una bonus track) dell’ep di debutto del 2014.

La band firma in seguito un contratto biennale con l’etichetta Red Cat, per la promozione e la distribuzione a livello mondiale (tramite Audioglobe e The Orchard) del primo full-lenght “Purity”, in uscita a Gennaio 2017.

 

La formazione attuale è così composta:

Silvio Oreste: voce, chitarre, synth

Rik Guido: basso

Paolo Accossato: batteria

Guido Pancani: chitarre, voci

Link utili:

https://www.facebook.com/esteticanoir

https://twitter.com/esteticanoir

https://esteticanoir.wordpress.com/

https://www.youtube.com/channel/UC0fu4x-EnXrN2wQraTPtz8w

 

 

 

 

 

Sulle note di “Vecchio Valzer” gli Inverso ci regalano un nuovo magico cortometraggio fatto di sogni e speranze

29 Nov

Prosegue il viaggio dei romani Inverso con un nuovo video tratto da “Una vita a metà

inverso-vecchio-valzer-artlovers

La raffinatezza stilistica degli Inverso è capace di emozionare ad ogni età attraverso storie raccontate con la lucidità dei cantautori e l’anima dei poeti. A confermarlo ulteriormente giunge oggi il nuovo videoclip della band romana, dedicato al brano “Vecchio valzer”, che sfuma gli accesi colori dei precedenti singoli proiettando in atmosfere da “belle époque” e facendo sognare con passi di danza sospesi sul fumo di una candela appena spenta, che trasporta con sé i desideri più forti.

Dopo “Bella de papà”, “Ricordi di gioventù” e “Tu ridevi spesso”, “Vecchio valzer” va ad aggiungere un nuovo prezioso cortometraggio al percorso videografico con cui la band sta promuovendo il disco “Una vita a metà”: come promesso sin dall’inizio, infatti, gli Inverso stanno realizzando un diverso ed originale videoclip per ciascun brano del secondo album, confermando il legame che sin dall’inizio ha unito la loro produzione musicale con il cinema.

Il videoclip verrà presentato live durante il concerto che gli Inverso terranno venerdì 2 dicembre a partire dalle ore 22,00 presso l’Altro Spazio di Roma, in via Tiburno 33.

Guardate intanto qui il video in anteprima: https://youtu.be/q7T97p4JnS4

LINK UTILI:

Pagina FB: https://www.facebook.com/Inverso-136636889871368/?fref=ts

Canale YT: https://www.youtube.com/user/bandinverso

Profilo TW: https://twitter.com/inverso_band

In un mondo “Crepuscolare” arriva magnetico il potente esordio degli Evel

14 Nov

evel-crepuscolare-cover-artloversRock e passione trasudano in tutte le nove tracce di “Crepuscolare”, disco d’esordio dei milanesi Evel che è tanto una dichiarazione d’amore al rock degli anni ’90 quanto una dichiarazione di guerra contro le illusioni di un’epoca fatta di cliché e rassegnazione.

Rock è ribellione e, dalla prima all’ultima traccia, “Crepuscolare” disegna un realistico percorso ad ostacoli, lucidamente illuminati, ai quali gli Evel non hanno alcuna intenzione di cedere senza prima provare almeno a lottare.

Rock ed energia entreranno in circolo già dal primo ascolto di “Crepuscolare” e nulla sarà più come prima!

Questa la tracklist di “Crepuscolare”:

1.Non appartiene a me

2.Requiem

3.Come un disco dei Misfits

4.Giulia

5.Il mostro

6.L’urlo

7.Giuda (il primo uomo dalla Luna)

8.La cava delle bestie

9.Trinitrotoluene e lime

Ascoltate qui il primo singolo “Non appartiene a me”:

https://www.youtube.com/watch?v=IbwM4kJrppc

 

BIOGRAFIA EVEL

Evel nasce all’inizio del 2011 dall’unione di membri provenienti da diverse rock band già attive nel milanese, per dar vita ad un suono fatto di caldi toni valvolari, ritmiche potenti e serrate ispirate alla scena rock anni ‘90, melodie dissonanti e testi in lingua italiana.

A settembre 2011 viene pubblicato il primo EP autoprodotto “Nylon, Legno e Valvole” e inizia il tour promozionale con numerosi concerti sui palchi di diverse città del nord Italia.

Dall’esperienza in chiave acustica nasce poi, nell’inverno 2012, l’EP “Acoustic Set #1”. A partire da questo momento la band affianca la composizione di nuovi brani alla dimensione live, necessaria per trasmettere tutta la loro energia al pubblico.

Nell’ottobre 2015 inizia la produzione del primo LP “Crepuscolare” contenente nove brani inediti, registrati presso La Sauna Recording Studio da Andrea Cajelli e masterizzati presso Eleven Mastering da Andrea De Bernardi.

EVEL è:

Eros Bisanti (voce)

Marco Castoldi (basso)

Luca Ceriotti (chitarra)

Yari Garnerone (batteria)

Link utili:

Facebook: https://www.facebook.com/evelband/

Youtube: https://www.youtube.com/user/Evelband

Soundcloud: https://soundcloud.com/evel-2/sets/evel-crepuscolare

Bandpage: https://www.bandpage.com/Evelmusic