Archivio | Comunicati stampa RSS feed for this section

Electric Souls: tutti i colori della bellezza in “Colorfulness Of You”

4 Lug

Per gli Electric Souls la musica è luogo d’unione, non solo di generi ma anche di popoli, civiltà e anime che viaggiano per il mondo. Per questo motivo il loro “earth rock”, fatto di pulsazioni funk, passionalità blues, energia rock e sensualità jazz-soul, nasce per distruggere tutti i confini (musicali, territoriali, temporali…) e portare un messaggio positivo: “la terra è una sola per tutti e la musica è il nostro linguaggio in comune”.

Dopo due ep, “Electric Souls” del 2016 e “Electric Souls II: The Earth Rock” del 2018, il trio toscano torna sulle scene con il nuovo singolo “Colorfulness Of You”, una canzone d’amore che parla della vera bellezza, non quella superficiale e passeggera ma quella più profonda ed eterna, dove si possono ammirare tutti i particolari ed unici colori che compongono la persona amata.

Nato dall’ascolto appassionato della musica dell’artista pakistano Nusrat Fateh Ali Khan, questo nuovo brano degli Electric Souls coglie i colori dell’Oriente e li rielabora in maniera originale, filtrandoli attraverso le luci e le ombre dell’Occidente.

Il messaggio di “Colorfulness Of You” è anche un messaggio di amore universale, dove i “colori” rappresentano al tempo stesso i diversi colori della pelle, le diverse forme di sessualità, di razza, di religione… perché la vera bellezza del mondo risiede proprio nelle sue molteplici sfumature e tonalità.

Registrato in presa diretta, per rendere tutta la sincerità e il calore del suono di questa giovane band, “Colorfulness Of You” è da oggi in rotazione radiofonica per rendere più “colorata” l’estate 2019.

Qui il videoclip di “Colorfulness of you”:

*

Gli Electric Souls sono:

Dario Mangano – voce / chitarra

Alberto Palloni – basso

Alessio Berni – batteria

* * *

Link utili:

– FACEBOOK: @ElectricSoulsMusic

– INSTAGRAM: @electricsouls_music

– YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCLGzsBamEVHfXTs0uPUXD_Q

Annunci

Arau e l’amore ai tempi dei social: ecco il nuovo singolo “The Last Dreamer”

1 Lug

Due ragazzi si incontrano in rete, chattano, scoprono pian piano di avere tante cose in comune e alla fine non riescono ad impedire al loro amore di sbocciare in maniera semplice e naturale. Il problema è che si trovano in due continenti diversi e sono costretti a vivere il loro amore a distanza.

Questa è la modernissima storia cantata in “The Last Dreamer”, il nuovo inedito di Arau, che riflette sul ruolo positivo dei social network e del web per accorciare le distanze e permettere anche agli amori impossibili di diventare possibili e reali.

Con questo nuovo singolo Arau riprende il filo del discorso affrontato già con il suo secondo album, “La lunga eclisse”, pubblicato nel 2016, in cui il cantautore cantava l’amore e il romanticismo come astrazione, attesa, enfatizzazione dei singoli attimi… Con “The Last Dreamer” ne affronta quindi un nuovo aspetto, proprio quello della distanza, poiché uno degli amanti vive in Italia e l’altra in America (e questo è anche il motivo della scelta del cantautore di cantare per la prima volta in inglese, discostandosi dai suoi precedenti lavori in lingua italiana).

Nel videoclip che accompagna questo nuovo singolo, la metafora della distanza è rappresentata dalla prigionia del protagonista, legato ad una sedia in una stanza fatta di ricordi.

Riusciranno i due amanti ad accorciare lo spazio che li separa e incoronare il loro amore? “Everything can change / Everything can happen” (“Tutto può succedere / Tutto può cambiare”) perché l’amore può essere più forte di qualunque distanza.

Guarda qui il videoclip di “The Last Dreamer”:

* * *

Link utili:

– SITO WEB: http://www.arau.it

– FACEBOOK: @ArauMusic

– INSTAGRAM: @araumusic

– YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCT1h_biuRM-skQIQ3zI1DvQ

“Capsula Cinematica”: gli inarrestabili Es Nova in un’innovativa fusione di musica, cinema e performance estemporanee

13 Giu

A pochi mesi dall’uscita del loro quarto lavoro discografico, “Politika” – pubblicato a marzo – e parallelamente ad esso, gli Es Nova hanno ripreso le attività del loro progetto “Capsula Cinematica”, nato nel 2018, attraverso il quale il gruppo si cimenta in un esperimento di fusione attiva tra musica e arte visiva, un vero e proprio “evento sonoro” ideato e realizzato insieme al performer e visual artist Pier Paolo Coro.

Capsula Cinematica” immerge il pubblico in un dialogo interattivo che avviene in diretta tra alcune delle più rappresentative opere cinematografiche del cinema sperimentale delle origini e la loro sonorizzazione in quadrifonia realizzata in estemporanea dall’ensemble, che avvolge completamente il pubblico e lo rende spettatore attivo (o, come preferiscono affermare gli Es Nova, “spett-attore”) dell’evento sonoro, dando vita a performance sempre diverse e irripetibili.

Attraverso l’interazione diretta tra il cinema e l’innovativo contesto degli scenari surreali e suggestivi creati dagli Es Nova, “Capsula Cinematica” propone al pubblico un nuovo e diverso punto di vista sui film di grandi registi, da Hans Richter a Georges Méliès, da Marcel L’Herbier a Luis Buñuel, da Friedrich W. Murnau a Robert Wien

Il nome “Capsula Cinematica– spiegano gli Es Nova nasce dall’idea di voler offrire un’interazione dal vivo fra musica e immagine in relazione al cinema muto. La “capsula” è il gruppo, la dimensione sonora estemporanea, invece “cinematica” è per l’idea di ripercorrere il cinema delle origini”.

 

Qui alcuni video delle prime performance già realizzate:

“Capsula Cinematica – The Project”: https://vimeo.com/313165072

“Uomo Raggio – Man Ray, Richter, Du Champ”: https://vimeo.com/338538522

“L’Inhumaine – Marcel L’Herbier”: https://vimeo.com/330213037

 

Capsula Cinematica” è a cura di:

Pier Paolo Coro – synth

Gli Es Nova:

Erica Agostini – vocals

Alice Drudi – piano, piano rhodes, organs

Nicola Rosti – guitars, synths, treatments

 

 

* * *

 

Link utili:

Sito ufficiale “Capsula Cinematica”: http://capsulacinematica.it/

Instagram: @capsulacinematica

Sito ufficiale Es Nova: http://esnova.it/home

Pagina Facebook Es Nova: https://www.facebook.com/esnovamusic/

Canale Vimeo: https://vimeo.com/esnova

 

 

 

 

Franz: con “Settembre” Buzzati incontra il rock e il cantautorato si fa orchestrale

6 Giu

Messi solo momentaneamente da parte i “suoi” 7marzo, il loro leader Franz ha da poco pubblicato “Settembre”, il primo singolo che anticipa il suo lavoro solista, in uscita il prossimo autunno per l’etichetta PrimalBox.

Ispirato al capolavoro di Dino Buzzati, “Il deserto dei Tartari”, “Settembre” mostra il compositore e videomaker perfettamente a suo agio anche in questa nuova veste con la quale fonde insieme l’anima del cantautorato e la maestosità della musica da film, avvalendosi inoltre del prezioso contributo di un’orchestra di nove elementi per la quale lo stesso artista ha composto tutte le partiture.

In “Settembre” vi si ritrova la potenza del rock pur utilizzando solo strumenti acustici, e tutte le sfumature della musica cosiddetta “classica” pur restando una proposta fresca e moderna.

Grazie allo stile originale di questa canzone, orecchiabile ma elaborata, elegante ma istintiva, ragionata ma autentica, Franz si è classificato secondo al Premio Fabrizio De Andrè 2019.

Il videoclip che accompagna questo singolo, inoltre, è un vero e proprio cortometraggio, scritto e montato ancora una volta dallo stesso Franz e diretto dal regista Andrea Brunetti.

 

Guarda qui il videoclip di “Settembre”:

* * *

 

Franz è un compositore, musicista totale che riesce a rendere cinematografico lo sviluppo musicale del brano, che mai però prevarica le parole o ne è prevaricato. Andatevelo a cercare, ne vale la pena”.  Paolo Talanca – Il Fatto Quotidiano

*

Credits audio

 

Testo, musica e orchestrazione: Franz

Registrato al Greenman Studio da Franz e mixato al Crono Sound Factory da Fabrizio San Pietro

Masterizzato da Andrea De Bernardi presso Eleven Mastering

 

Franz: voce, pianoforte

Viviana Piazza: clarinetto

Valeria Gariboldi: corno francese

Beatrice Marizzoni: violino

Costanza Scanavini: violino

Federico Donadoni: contrabbasso

Giuseppe Bonifacio: tromba

Beppe Gagliardi: Batteria

Carlo Fontana: Percussioni

 

Etichetta PrimalBox

Distribuzione: CD Baby

 

Credits video

 

Soggetto, sceneggiatura e montaggio: Franz

Regia: Andrea Brunetti

Direttore della fotografia: Francesco Speranza

Trucco: Alessandra Marina

Post Produzione: Greenman Studio

 

*

FRANZweb

BIOGRAFIA FRANZ

Franz è diplomato in Composizione al Conservatorio G. Verdi di Milano e in batteria all’Accademia di Musica Moderna di Milano.

Dieci anni fa ha fondato il Greenman Studio, dove ha iniziato a comporre musica per le immagini facendo colonne sonore e sound design per video, installazioni e pubblicità andati in onda in Italia e all’estero.

Ha vinto il Premio Paolo Pavanello per giovani autori nel 2003.

Scrive i pezzi e canta nei 7marzo, con cui ha pubblicato il disco “Vorrei rinascere in un lama”, il cui primo singolo, “Dai passa questo pezzo”, è stato trasmesso da diverse radio nazionali tra cui Radio Deejay.

* * *

Link utili:

– SITO WEB: http://www.franzriva.com

– FACEBOOK: @franzrivaofficial

– INSTAGRAM: @franz_official

– YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCldxrrf0FCiTlej63RRPCvw

 

 

 

 

Gran Torino: l’attesa è finita! Finalmente è fuori il loro “Secondo tempo”

30 Mag

Un lavoro lungamente desiderato, forgiato con il fuoco della passione e presentato a piccoli e delicati passi. Questo è “Secondo Tempo”, il secondo album dei bolognesi Gran Torino, che si stava facendo attendere sin da luglio scorso, quando i due rocker hanno dato alla luce il primo singolo, “Che fine vuoi?”. Quel primo estratto, energico ma anche introspettivo, confermava il sound che aveva contraddistinto il duo con il primo lavoro, “Albero e Terra”, ma lo rinfrescava con un moderno utilizzo dei suoni elettronici. A dicembre è stato poi pubblicato il secondo singolo, “Abbracciami”, in cui la potenza del rock si addolciva riflettendo sull’importanza dei piccoli gesti.

Oggi i due rocker pubblicano il terzo singolo, “Secondo Tempo”, da cui il disco stesso prende il nome perché rappresenta una dedica che Daniele Berni e Marco Paradisi fanno a loro stessi, al loro essere qui, non per dovere ma perché di nuovo hanno sentito di avere grandi emozioni da sublimare e comunicare attraverso le loro canzoni.

I Gran Torino presentano così questo nuovo lavoro: “Sono stati anni pieni di emozioni, di buio e luce, ma non abbiamo mai perso la voglia di andare avanti, di metterci in gioco, in musica… “Secondo Tempo” parla di questo. In questo disco abbiamo dato il massimo, senza limitarci, senza forzature di forma o genere, passando dall’amore alla rabbia, a volte veloci, a volte lenti, un po’ più elettronici, sempre rock”.

Nel videoclip che accompagna il nuovo singolo, la band conferma la collaborazione con i videomaker dello Street Style Studio, che sin dal primo singolo di questo nuovo lavoro hanno introdotto la fusione tra linguaggi e metalinguaggi artistici diversi, associando la danza e il linguaggio del corpo con la dinamicità delle immagini e la corposità sensuale del solido rock dei Gran Torino.

 

Guarda qui il videoclip di “Secondo Tempo”:

Ascolta qui l’album:

https://open.spotify.com/album/3zWi9wuXdYDkN1VYUEZeqI?si=cPc4bN0gQJuNi-vJA_Z82Q

 

*

 

I Gran Torino sono:

Daniele Berni – voce, batteria

Marco Paradisi – chitarre, basso, synth

 

*

La Track-list di “Secondo Tempo

01 Che fine vuoi?

02 Sei ore

03 Abbracciami

04 Costa caro

05 Differenze

06 Secondo tempo

07 Colpa tua, colpa mia

08 Alto volume

09 Le vere domande

 

*

Link utili:

FB – https://www.facebook.com/GRANTORINOMUSIC/

INSTA – https://instagram.com/gran_torino_bologna

TW – https://twitter.com/GranTorino0001

YT – https://www.youtube.com/channel/UCG3tbNHK9EQrP-roYvwtzCg

Es Nova: la performance di “Politika” è un’esperienza unica

16 Mag

Gli Es Nova sono un collettivo artistico, perciò, sin dalla loro fondazione, hanno prodotto opere multisensoriali e legate non solo alla musica ma anche all’arte visiva e al coinvolgimento del pubblico durante le performance.

Chi ha già assistito ad una performance degli Es Nova dal vivo ha compreso appieno i principi e i valori portati in scena (e in una certa dose anche su disco) da questo hub artistico, che propone un’esperienza ben diversa dalla comune idea di “concerto”, spaziando tra estemporanee e sperimentazioni ai limiti dei cinque sensi.

Per dare un’idea della versione live di “Politika”, il quarto full-lenght degli Es Nova, l’ensemble ha deciso di estrapolare un breve ma intenso trailer di presentazione, tramite il quale sarà possibile entrare in contatto con questa esperienza unica e coinvolgente che viene realizzata in sede live.

Durante lo spettacolo dal vivo, lo spettatore vivrà l’esperienza dell’ascolto al buio, bendato e senza riferimenti visivi, che lo condurrà ad immergersi totalmente in un ascolto libero, guidato esclusivamente dalle proprie visioni e dal proprio personale sentire, a diretto contatto con il Sé più profondo.

Le performance degli Es Nova sono circa un’ora di pura improvvisazione site-specific in cui viene appunto messo al centro lo spettatore, il quale, da semplice ascoltatore, diventa a tutti gli effetti “Spett-Attore” dell’evento, offrendo al gruppo spunti, parole e idee tradotte in musica.

Uno stimolante happening di musica nella cornice della sound art, che fa comprendere ancora più a fondo l’originalità della proposta degli Es Nova.

 

Qui il trailer delle performance live di “Politika”:

https://vimeo.com/335681960/d21c66559b

 

* * *

 

Gli Es Nova sono:

Erica Agostini – voce

Alice Drudi – synth

Nicola Rosti – chitarre

Michele Fraternali – basso

Antonio Gentili – batteria

 

* * *

Link utili:

Sito ufficiale: http://esnova.it/home

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/esnovamusic/

Canale Vimeo: https://vimeo.com/esnova

 

Monarkaotika: si scatena la loro “Meravigliosa Mente Instabile”

9 Mag

Preannunciato con un singolo, “Libera”, che ha subito urlato al mondo gli intenti di libertà e di distruzione di qualunque concetto di ipocrita “normalità” che imprigiona la mente, è finalmente uscito il disco d’esordio dei tarantini Monarkaotika, “Meravigliosa Mente Instabile”.

Questo primo lavoro sulla lunga distanza, schietto, ribelle e senza filtri, rappresenta la naturale evoluzione del percorso musicale della band, che si è rodata negli anni calcando numerosi palchi e affinando una vera e propria attitudine live che infiamma i loro concerti.

L’evidente impronta live e le numerose contaminazioni che hanno influenzato la band nel corso degli anni sono chiaramente distinguibili nei brani che compongono “Meravigliosa Mente Instabile”, la maggior parte dei quali è nata proprio durante le prove per i concerti, senza porre alcun freno all’ispirazione.

L’album rappresenta quindi per i Monarkaotika un vero e proprio diario di un percorso che meritava di essere presente anche discograficamente, accostando senza freni e senza remore tutti i pregi e i difetti di questi primi cinque anni di vita, con lo scopo di restituire una musica autentica e determinata come lo spirito stesso di questa band in continua evoluzione.

 

Ascolta “Meravigliosa Mente Instabile” dal sito ufficiale:

http://www.monarkaotika.com  

 

* * *

 

I Monarkaotika sono:

Marco Di Turo – voce

Luca Palminteri – chitarra

Gianni Di Roma – basso

Michele Marzulli – batteria

 

La Track-list di “Meravigliosa Mente Instabile

01 Battiti

02 Libera

03 Lacrime di rugiada

04 Lontana anni luce

05 Silenzio

06 Impavido

07 Meravigliosa mente instabile

08 Selvagge inclinazioni

09 Impalpabile

10 Nude ali

11 Nei miei guai

12 Oscilla

13 Ora

14 Ridi di me

 

* * *

 

Link utili:

– SITO WEB: http://www.monarkaotika.com

– FACEBOOK: @monarkaotika

– INSTAGRAM: @monarkaotika_official

– YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCXjeYRMbQruW0FIFe-Zwb_Q