Tag Archives: es nova

Estemporanee intorno all’“Ulisse” dantesco nel nuovo lavoro degli Es Nova

6 Lug

La voce è uno strumento. Uno strumento melodico ma anche uno strumento in grado di produrre ritmi, rumori, parole, sussurri… Ogni linea vocale costruita su melodie, su ritmi, rumori, parole e sussurri può poi sovrapporsi, può intrecciarsi, può giocare con le altre linee, inseguendosi, afferrandosi poi lasciandosi andare a nuovi giochi.

La voce è anche veicolo su cui viaggiano le emozioni. Luci ed ombre si alternano tra le linee vocali per evidenziare di volta in volta le silenziose attese colme d’inquietudine o le divagazioni, le nenie e i racconti sonori, gli sbalzi d’umore e le estasi sublimi.

Ed è proprio il viaggio intorno alle infinite possibilità di questo prezioso strumento, a partire da ispirazioni provenienti dall’“Ulisse” dantesco, ad essere al centro del nuovo album degli Es Nova, non a caso intitolato “Nostos”.

Nostos” rappresenta quello che è il vero senso del viaggio stesso, ovvero non tanto il raggiungimento della meta quanto l’esperienza del percorso, la ricerca: andare alla scoperta di sensazioni nuove, da cui lasciarsi travolgere come da un mare in tempesta, o di sensazioni antiche, da riscoprire al chiarore di nuove lune, di fronte a nuovi orizzonti.

La sperimentazione artistica degli Es Nova prosegue quindi con questo nuovo viaggio fino ai confini della voce umana ma che in realtà è un viaggio di ritorno alla propria essenza più intima, nascosta nelle profondità dell’inconscio e lì custodita sin da epoche remotissime. Si affronteranno tormente e a volte potrà capitare anche di perdersi ma alla fine, ovunque si giungerà, sarà per specchiarsi di fronte ad un nuovo sé. Perché, come dice Anne Carsonl’unica regola del viaggio è: non tornare come sei partito. Torna cambiato”.

Line up:

Pietro Conversano – voce

Erica Agostini – voce

Nicola Rosti – sounds

Prodotto da: Nicola Rosti presso Duna Studio (RA) – 26-27 Maggio 2017

Registrato, missato in tempo reale e masterizzato, direttamente su registratore analogico 2 tracce, da Ivano “Kafka” Giovedì e Nicola Rosti.

Le tracce del lavoro raccolgono sessioni estemporanee intorno alla poetica dell’“Ulisse” dantesco, testimoniando una evoluzione che dal suono diviene parola poetica.

 

Link utili:

Sito ufficiale:

http://www.esnova.it

Facebook official page:

https://www.facebook.com/musicartvisualesnova

*****

BIOGRAFIA ES NOVA

Gli Es Nova nascono nel 2016 come idea di ricerca applicata alla musica e allo stesso tempo dall’idea di sperimentare la musica improvvisativa-estemporanea dal vivo.

Gli Es Nova affrontano il tema del linguaggio e del rapporto con la parola, musicale o parlata, con lo spazio e con il sonoro come contenitore/contenuto. Attraverso il rapporto con le arti visive, al centro delle performance dal vivo, gli Es Nova tentano di dialogare con l’elemento pittorico, anch’esso estemporaneo, in particolare con il gesto grafico, con l’inizio, con la macchia, il simbolo e le sue infinite letture.  I loro principali rimandi e influenze vanno al blues, al surrealismo, a Stockhausen, Davis, al pop anni ‘80 e alla psichedelia, fino alle ricerche sonore di Parmeggiani, Eno e Terry Riley.

(H)yperestasy” è il primo disco degli Es Nova: un’opera aperta nella quale convergono in ultimo diverse estetiche e molteplici campi di ricerca. #Dialoghi che si incontrano ai margini fra musica, filosofia, psicoanalisi lacaniana, arti visive, musicoterapia e chirofonetica.

Nella primavera del 2017 vengono pubblicati alcuni episodi audio visivi (con la collaborazione del videomaker Andrea Parolo): il primo episodio, “(H)imperfection”, è stato registrato dal vivo in presa diretta durante una performance del gruppo, invece gli altri due, “Micrologos I” e “Micrologos III”, sono stati registrati con il solo supporto di un iPhone durante una session di prove in studio.

A giugno gli Es Nova sono risultati tra i finalisti al premio “Omaggio a Demetrio Stratos” e hanno perciò avuto l’opporunità di esibirsi sul palco della rassegna a Cento (FE).

La ricerca del gruppo prosegue poi con l’uscita di “Nostos”, pubblicato il 6 luglio 2017: un disco nato sulla base di estemporanee intorno all’“Ulisse” dantesco e ispirato alle ricerche sonore e vocali di Luigi Nono, Luciano Berio e l’avanguardia del ‘900.


Gli Es Nova sono:

Erica Agostini [Vocals] /

Pietro Conversano [Vocals] /

Nicola Rosti [Guitars, Synths, Treatments] /

Alice Drudi [Piano, Piano Rhodes, Organs] /

Loretta Militano [Visual Arts]

*

Esplosioni indipendenti di creatività per gli Es Nova: nasce così Micrologos

10 Mag

Magma sonoro che esplode incandescente dal fervore creativo delle diverse personalità artistiche che formano gli Es Nova e che si scioglie poi tra gli impulsi dei reciproci strumenti, in un dialogo teoricamente infinito di parole fatte note e restituite al mondo come suoni eterei ma ancora incandescenti.

Torna così il combo degli Es Nova, a brevissima distanza da “(H)Imperfection”, il primo videoclip realizzato registrando dal vivo una performance della band. E tornano ancora una volta in maniera originale ed inaspettata, presentandosi al pubblico con un nuovo concept nato “per caso”, durante una session di prove in studio, e registrato con un iPhone, semplicemente per raccogliere idee e spunti, senza prevedere che di idee e di spunti sarebbe stata “tappezzata” l’intera registrazione, diventata così di diritto un intero nuovo lavoro, chiamato “Micrologos”.

Qui è possibile guardare e soprattutto ascoltare gli episodi I e III:

Micrologos I: https://www.youtube.com/watch?v=1SrkfEFEkQI&t=639s

Micrologos III: https://www.youtube.com/watch?v=ITKjwySbbf4

*

BIOGRAFIA ES NOVA

Gli Es Nova nascono nel 2016 come idea di ricerca applicata alla musica e allo stesso tempo dall’idea di sperimentare la musica improvvisativa-estemporanea dal vivo.

Gli Es Nova affrontano il tema del linguaggio e del rapporto con la parola, musicale o parlata, con lo spazio e con il sonoro come contenitore/contenuto. Attraverso il rapporto con le arti visive, al centro delle performance dal vivo, gli Es Nova tentano di dialogare con l’elemento pittorico, anch’esso estemporaneo, in particolare con il gesto grafico, con l’inizio, con la macchia, il simbolo e le sue infinite letture.  I loro principali rimandi e influenze vanno al blues, al surrealismo, a Stockhausen, Davis, al pop anni ‘80 e alla psichedelia, fino alle ricerche sonore di Parmeggiani, Eno e Terry Riley.

Hyperestasy” è il primo disco degli Es Nova: un’opera aperta nella quale convergono in ultimo diverse estetiche e molteplici campi di ricerca. #Dialoghi che si incontrano ai margini fra musica, filosofia, psicoanalisi lacaniana, arti visive, musicoterapia e chirofonetica.

Gli Es Nova sono:

Erica Agostini [Vocals] /

Nicola Rosti [Guitars, Synths, Treatments] /

Alice Drudi [Piano, Piano Rhodes, Organs] /

Loretta Militano [Visual Arts]

Link utili:

Sito ufficiale:

http://www.esnova.it

Facebook official page:

https://www.facebook.com/musicartvisualesnova

Esce oggi il primo estratto live degli Es Nova “(H)Imperfection”

27 Mar

Si è molto parlato della fusione di elementi artistici del progetto degli Es Nova, che propongono musica estemporanea, influenzata da sonorità blues ed elettroniche, dalle pitture sonore di Stockhausen, dal surrealismo, dalla psicoanalisi e dall’idea di dialogo sonoro pensata da Mauro Scardovelli, ma inscindibilmente legata anche alla pittura e al coinvolgimento diretto del pubblico, con continui giochi di reciproca ispirazione che si realizza in performance uniche e innovative.

“Le performance – spiega la presentazione – sono realizzate a partire dal tema, “Timore ed Estasi”, che ispira il lavoro dal vivo del gruppo. Il tema apre al dialogo fra le forme d’arte protagoniste nei concerti, accogliendo idee e i rimandi creativi offerti dal pubblico, anch’egli attore e protagonista durante i concerti.

Opere aperte quelle che gli Es Nova propongono dal vivo, vicine all’aforisma realizzato di getto, al bozzetto incompiuto e alla scommessa creativa che si apre sulla scena del momento presente, mai ripetibile. La Musica non è la sola protagonista; entra infatti in dialogo con la Pittura, pensata anch’essa come gesto improvvisato, che si compie e si sviluppa attraverso le suggestioni che la musica evoca in quel momento, in un continuo incontro di intuizioni e dialoghi silenziosi fra il visivo-pittorico e il musicale”.

Da oggi è finalmente disponibile un video suggestivo che dà corpo al suono di una di queste esibizioni (registrata in occasione del live presso la Sala del Castello di Verucchio (RN) il 21 Agosto 2016, in diretta e senza editing) su immagini mentali, psichedeliche, liquide e in continuo movimento, in continua evoluzione come le suggestioni che si alternano tra i vari strumenti.

Il video è stato realizzato dal videomaker Andrea Parolo. Gli Es Nova sono Erica Agostini (voce), Nicola Rosti (chitarre, synth, effetti), Alice Drudi (piano, organo, piano elettrico), Loretta Militano (visual art). Il fonico di sala della serata è stato Andrea “Duna” Scardovi.

Guardate qui il video: https://www.youtube.com/watch?v=UZjmowZ7I5E&feature=youtu.be

*

Link utili:

Sito ufficiale:

http://www.esnova.it

Facebook official page:

https://www.facebook.com/musicartvisualesnova

La musica estemporanea degli Es Nova in tour per presentare il disco “Hyperestasy”

28 Ott

esnovabanner1artloversGli Es Nova aprono alla Sala Polivalente di Serravalle di San Marino il Sensation Tour 2016, tournée che li porterà per tutto l’anno ad esibirsi ospiti di location suggestive e luoghi ripensati ad hoc per l’occasione. Gli Es Nova propongono musica estemporanea, influenzata da sonorità blues ed elettroniche, dalle pitture sonore di Stockhausen, dal surrealismo, dalla psicoanalisi e dall’idea di dialogo sonoro pensata da Mauro Scardovelli.

“Le performance – spiega la presentazione – sono realizzate a partire dal tema, “Timore ed Estasi”, che ispira il lavoro dal vivo del gruppo. Il tema apre al dialogo fra le forme d’arte protagoniste nei concerti, accogliendo idee e i rimandi creativi offerti dal pubblico, anch’egli attore e protagonista durante i concerti. Opere aperte quelle che gli Es Nova propongono dal vivo, vicine all’aforisma realizzato di getto, al bozzetto incompiuto e alla scommessa creativa che si apre sulla scena del momento presente, mai ripetibile.

La Musica non è la sola protagonista; entra infatti in dialogo con la Pittura, pensata anch’essa come gesto improvvisato, che si compie e si sviluppa attraverso le suggestioni che la musica evoca in quel momento, in un continuo incontro di intuizioni e dialoghi silenziosi fra il visivo-pittorico e il musicale. Il colore è affidato all’Artista Alberto Rino Chezzi – autore tra le altre cose del Manifesto del Neo Simbolismo – e alla Visual Artist riminese Loretta Militano, impegnata in una intensa ricerca sul rapporto gesto-colore.

Il disco d’esordio Hyperestasy, appena uscito, è la concreta rappresentazione in musica di ricerche che attraversano ambiti culturali eterogenei, ai margini fra musica, filosofia, chirofonetica, psicoanalisi, musicoterapia e discipline olistiche.

La performance d’esordio del 30 Ottobre alla Sala Polivalente offrirà uno spazio interamente sonorizzato, dove il pubblico potrà sperimentare nelle varie stanze diversi ambienti sonori e differenti stili di missaggio e di trattamento del suono. L’Audio, in quadrifonia, è curato da Ivano Giovedì e dal Duna Studio Service”.

Gli Es Nova sono: Erica Agostini alla voce Alice Drudi alle tastiere e il chitarrista e produttore del progetto Nicola Rosti, impegnato in quest’occasione anche ai sintetizzatori e agli effetti sonori.

Il concerto inizierà alle 17.35 ed è a ingresso libero.