Tag Archives: mizio

Un cartoon-lyric video per il singolo “Occhi aperti (so far, so close)” di Mizio Vilardi

9 Nov

OcchiAperti(SoFar,SoClose)COVER(aRtLoVeRs)A piccoli passi e con grande determinazione procede il viaggio sonoro del cantautore pugliese Mizio Vilardi. Dopo la presentazione del primo ep da solista, “Radici sotto i piedi”, è finalmente disponibile il lyric video del singolo “Occhi aperti (so far, so close)”, uno dei momenti più intensi del disco.

Per questo lavoro l’artista ha deciso di mettere da parte la propria immagine in favore di quella delle sue parole, che prendono vita grazie ai disegni di OttopiùOtto (accompagnati dalla copertina di Antonella Buttari), nel cartoon video che per semplicità ed eleganza rispecchia perfettamente la musica dell’artista: sobria, raffinata e che punta dritto al cuore.

Il brano “Occhi aperti (so far, so close)”, cantato per metà in italiano e per metà in inglese, è dedicato alla memoria di Gabriella Cipriani – la giovane violinista scomparsa prematuramente, che aveva accompagnato Vilardi già nel brano “Flow” – ed è composto e cantato in coppia con la cantautrice Cloud.

Il videoclip è opera di Miriam de Candia e Teresa Piccininno di OttopiùOtto.

Guarda qui “Occhi aperti (so far, so close)”:

https://www.youtube.com/watch?v=7koEbhaqyOI

* * * *

BIOGRAFIA MIZIO VILARDI

Mizio Vilardi, al secolo Maurizio Vilardi, è nato a Molfetta il 15 maggio del 1988. Dall’età di diciassette anni ha iniziato a suonare la chitarra ma ha convissuto con la musica già da molto tempo prima, grazie ai numerosi ascolti dei genitori e grazie ad una sorella maggiore con un passato da musicoterapeuta, che sin da bambina era solita riempire la casa di strumenti musicali e trofei.

Ben presto Mizio ha cominciato a suonare in diverse band, maturando così preziose esperienze e cominciando a sperimentarsi come autore, finché, all’età di venticinque anni, ha deciso di ripartire soltanto da sé, con un progetto personale chiamato semplicemente con il suo nome e presentato nel 2014 con il brano “Flow”, nato in collaborazione con alcuni straordinari musicisti (la cantautrice Cloud, il polistrumentista Alex Grasso e la compianta violinista Gabriella Cipriani, cui sarà dedicato il brano “Occhi aperti (so far, so close)” primo singolo del primo ep dell’artista) che hanno voluto far proprie le intime composizioni di Vilardi, impreziosendole con la loro sensibilità.

Attualmente l’artista vive a Roma e, per professione, indossa una mimetica. Oltre a dedicarsi alla musica, ama scrivere ninna nanne e poesie, molte delle quali si perdono nel disordine che “spesso genera la vita, laddove l’ordine spesso genera l’abitudine”, come ben profetizzò Henry Adams.

Le composizioni di Mizio Vilardi hanno l’anima del pop d’autore ma sono sempre contaminate con i suoni del mondo, in cui voce, musica e testi riflettono l’introspezione di questo raffinato progetto artistico, mostrandone apertamente la sua essenza non solo musicale ma anche poetica e filosofica.

Dopo essersi presentato con “Flow”, Mizio ha raccolto alcuni brani più importanti del suo repertorio e li ha pubblicati il 15 Ottobre 2015 nel suo primo ep, “Radici sotto i piedi”, che già dal titolo mostra la volontà di non dimenticare mai le proprie origini ma contemporaneamente di proseguire il proprio cammino. Ovunque esso porti.

Link utili:

Pagina FB:

https://www.facebook.com/pages/Mizio-Vilardi/229892440497912?fref=ts

Ascolta qui “Flow:

https://soundcloud.com/artlovers-promotion/mizio-vilardi-feat-cloud-flow

* * * * * * *

Annunci

Con “Radici sotto i piedi” inizia il viaggio solista del cantautore Mizio Vilardi

15 Ott

MizioVilardi-RadiciSottoIPiediCOVER(aRtLoVeRs)“L’albero è paziente, le radici sono amare, i frutti sono dolcissimi” [Proverbio Tuareg]

Con le “Radici sotto i piedi”, per non dimenticare mai le proprie origini, ma con le ali aperte in volo, per andare lontano, inizia ufficialmente oggi il viaggio del cantautore pugliese Mizio Vilardi. “Radici sotto i piedi” è infatti il titolo del suo primo ep da solista, maturato dopo anni di esperienze in diverse band, ultima delle quali i Convira, con cui l’artista ha vinto diversi premi e ottenuto numerosi riconoscimenti.

Riposta momentaneamente in un cassetto l’anima ribelle sfoggiata con disinvoltura nei suoi progetti precedenti, Mizio Vilardi decide di ripartire da sé, mettendosi a nudo per riscoprire e mostrare la sua essenza poetica e sognatrice, trasmessa con autenticità ed eleganza attraverso le cinque perle sonore che compongono l’ep d’esordio.

Presentato il 3 Ottobre in anteprima live a Molfetta (BA), sua città d’origine, e registrato da Alex Grasso presso il Four Walls Studio di Giovinazzo (BA), “Radici sotto i piedi” mostra un autore pronto per intraprendere il viaggio più difficile di tutti, alla ricerca della libertà.

Radici sotto i piedi” su iTunes:

https://itunes.apple.com/it/album/id1044604381

Guarda il teaser di “Occhi aperti (So far, so close)”:

https://www.youtube.com/embed/SodQH6WYXcE

* * * * * * *

BIOGRAFIA MIZIO VILARDI

Mizio Vilardi, al secolo Maurizio Vilardi, è nato a Molfetta il 15 maggio del 1988. Dall’età di diciassette anni ha iniziato a suonare la chitarra ma ha convissuto con la musica già da molto tempo prima, grazie ai numerosi ascolti dei genitori e grazie ad una sorella maggiore con un passato da musicoterapeuta, che sin da bambina era solita riempire la casa di strumenti musicali e trofei.

Ben presto Mizio ha cominciato a suonare in diverse band, maturando così preziose esperienze e cominciando a sperimentarsi come autore, finché, all’età di venticinque anni, ha deciso di ripartire soltanto da sé, con un progetto personale chiamato semplicemente con il suo nome e presentato nel 2014 con il brano “Flow”, nato in collaborazione con alcuni straordinari musicisti (la cantautrice Cloud, il polistrumentista Alex Grasso e la compianta violinista Gabriella Cipriani, cui sarà dedicato il brano “Occhi aperti (so far, so close)” primo singolo del primo ep dell’artista) che hanno voluto far proprie le intime composizioni di Vilardi, impreziosendole con la loro sensibilità.

Attualmente l’artista vive a Roma e, per professione, indossa una mimetica. Oltre a dedicarsi alla musica, ama scrivere ninna nanne e poesie, molte delle quali si perdono nel disordine che “spesso genera la vita, laddove l’ordine spesso genera l’abitudine”, come ben profetizzò Henry Adams.

Le composizioni di Mizio Vilardi hanno l’anima del pop d’autore ma sono sempre contaminate con i suoni del mondo, in cui voce, musica e testi riflettono l’introspezione di questo raffinato progetto artistico, mostrandone apertamente la sua essenza non solo musicale ma anche poetica e filosofica.

Dopo essersi presentato con “Flow”, Mizio ha raccolto alcuni brani più importanti del suo repertorio e li ha pubblicati il 15 Ottobre 2015 nel suo primo ep, “Radici sotto i piedi”, che già dal titolo mostra la volontà di non dimenticare mai le proprie origini ma contemporaneamente di proseguire il proprio cammino. Ovunque esso porti.

Link utili:

Pagina FB:

https://www.facebook.com/pages/Mizio-Vilardi/229892440497912?fref=ts

* * * * * * *

Mizio Vilardi: Anteprima live per l’ep d’esordio “Radici sotto i piedi”

21 Set

Mizio Vilardi - Locandina anteprima live Radici Sotto I Piedi (aRtLoVeRs)

Con un solo brano Mizio Vilardi seppe, poco più di un anno fa, conquistare numerosi ascoltatori sedotti da una voce tanto calda e suadente nonché da una musica semplice eppur elegantissima. Quel brano era “Flow”, primo passo da solista per questo cantautore che da poco aveva abbandonato i ciuffi ribelli e l’anima rock (suoi status symbol nelle band di cui ha fatto parte, in particolare i più recenti e ben noti Convira) e già con questo singolo era riuscito ad affascinare vecchi e nuovi ascoltatori, presentandosi ai nuovi con una sincerità pura e disarmante e ai vecchi con una veste del tutto nuova ed inaspettata.

Sull’onda del successo di “Flow” quindi, Mizio Vilardi ha deciso di dar vita ad un intero ep a suo nome. Nasce così “Radici sotto i piedi”, composto da cinque brani tra i più rappresentativi di questo nuovo percorso intimista dell’autore che, in compagnia della fedelissima cantautrice Cloud e di altri musicisti di altrettanto talento, uscirà ufficialmente in tutti gli stores il prossimo 15 Ottobre.

Per presentare questo suo nuovo lavoro, nonché primo della carriera da solista, Vilardi ha deciso – come il titolo stesso del disco suggerisce – di ripartire dalle sue radici, dalla sua terra; per questo l’intero ep sarà presentato in un’esclusiva anteprima live sabato 3 Ottobre, a partire dalle ore 20, nel Centro Culturale Auditorium della Parrocchia San Domenico di Molfetta (BA). Durante il live potrete ascoltare sia le canzoni di Mizio Vilardi e sia brani noti di altri artisti che Mizio rileggerà a suo modo, personalizzandoli in maniera originale.

La serata sarà condotta dalla presentatrice Mara Annese, mentre sul palco, oltre a Vilardi e Cloud, sarà presente Cetta Annese con il suo violino. E, a proposito di violini, le corde emozionali che saranno toccate durante questo esclusivo evento varranno la curiosità di un ascolto, perché tante saranno le sorprese per i presenti.

Non mancate quindi sabato 3 Ottobre a partire dalle ore 20,00 presso il Centro Culturale Auditorium della Parrocchia San Domenico di Molfetta (BA). Ingresso gratuito.

* * * * * * *

BIOGRAFIA MIZIO VILARDI

Mizio Vilardi, al secolo Maurizio Vilardi, è nato a Molfetta il 15 maggio del 1988. Dall’età di diciassette anni ha iniziato a suonare la chitarra ma ha convissuto con la musica già da molto tempo prima, grazie ai numerosi ascolti dei genitori e grazie ad una sorella maggiore con un passato da musicoterapeuta, che sin da bambina era solita riempire la casa di strumenti musicali e trofei.

Ben presto Mizio ha cominciato a suonare in diverse band, maturando così preziose esperienze e cominciando a sperimentarsi come autore, finché, all’età di venticinque anni, ha deciso di ripartire soltanto da sé, con un progetto personale chiamato semplicemente con il suo nome e presentato nel 2014 con il brano “Flow”, nato in collaborazione con alcuni straordinari musicisti (la cantautrice Cloud, il polistrumentista Alex Grasso e la compianta violinista Gabriella Cipriani, cui sarà dedicato il brano “Occhi aperti (so far, so close)” primo singolo del primo ep dell’artista) che hanno voluto far proprie le intime composizioni di Vilardi, impreziosendole con la loro sensibilità.

Attualmente l’artista vive a Roma e, per professione, indossa una mimetica. Oltre a dedicarsi alla musica, ama scrivere ninna nanne e poesie, molte delle quali si perdono nel disordine che “spesso genera la vita, laddove l’ordine spesso genera l’abitudine”, come ben profetizzò Henry Adams.

Le composizioni di Mizio Vilardi hanno l’anima del pop d’autore ma sono sempre contaminate con i suoni del mondo, in cui voce, musica e testi riflettono l’introspezione di questo raffinato progetto artistico, mostrandone apertamente la sua essenza non solo musicale ma anche poetica e filosofica.

Dopo essersi presentato con “Flow”, Mizio ha raccolto alcuni brani più importanti del suo repertorio e li ha pubblicati il 15 Ottobre 2015 nel suo primo ep, “Radici sotto i piedi”, che già dal titolo mostra la volontà di non dimenticare mai le proprie origini ma contemporaneamente di proseguire il proprio cammino. Ovunque esso porti.

Link utili:

Pagina FB:

https://www.facebook.com/pages/Mizio-Vilardi/229892440497912?fref=ts

Ascolta qui “Flow:

https://soundcloud.com/artlovers-promotion/mizio-vilardi-feat-cloud-flow

Rassegna stampa

8 Set

RassegnaStampaArtlovers

Mizio Vilardi: 1^ RASSEGNA STAMPA MIZIO VILARDI

2^RASSEGNA STAMPA MIZIO VILARDI

Io E I Gomma Gommas: RASSEGNA STAMPA IO E I GOMMA GOMMAS

Incomodo: RASSEGNA STAMPA INCOMODO

Noel & The Pandas: RASSEGNA STAMPA NOEL AND THE PANDAS

Gera Bertolone: RASSEGNA STAMPA GERA BERTOLONE

Marijuanal: RASSEGNA STAMPA MARIJUANAL

Stefano Lombardo: RASSEGNA STAMPA STEFANO LOMBARDO

Salvo Mizzle: RASSEGNA STAMPA SALVO MIZZLE

Gran Torino: RASSEGNA STAMPA GRAN TORINO

 

Mizio Vilardi entra nel roster di aRtLoVeRs

7 Mar
Mizio Vilardi

Mizio Vilardi

Mizio Vilardi, al secolo Maurizio Vilardi, è nato a Molfetta il 15 maggio del 1988.

Suona la chitarra e canta dall’età di diciassette anni anche se vive con la musica già da molto tempo prima, sia per via dei numerosi ascolti dei genitori e sia grazie ad una sorella maggiore con un passato da musico-terapeuta, che sin da bambina era solita riempire la casa di strumenti musicali e trofei.

È stato strumentista e frontman di diversi progetti musicali e queste differenti e variegate esperienze gli hanno permesso di cominciare a sperimentare e sperimentarsi come autore, finché, all’età di venticinque anni, ha finalmente deciso di ripartire soltanto da sé, con un progetto personale chiamato semplicemente con il suo nome.

Repentini cambi di vita lo porteranno in un anno a girare, chitarra acustica in spalla, svariati posti d’Italia, confrontandosi contemporaneamente con diversi musicisti.

Attualmente vive a Roma, indossa una mimetica, e oltre a dedicarsi alla musica, ama scrivere ninna nanne e poesie, molte delle quali si perdono nel disordine.

Il suo è un pop d’autore contaminato dai suoni del mondo, dove voce, musica e testi riflettono l’introspezione di un progetto che non è solo musicale.

Flow” è il primo singolo autoprodotto. Realizzato in collaborazione con Cloud, talentuosa cantautrice molfettese, con il polistrumentista Alex Grasso e con la violinista Gabriella Cipriani, il brano è in distribuzione dal 21 Marzo 2014 in tutti i più importanti digital stores.

Ascolta qui “Flow”: https://soundcloud.com/artlovers-promotion/mizio-vilardi-feat-cloud-flow

FB: https://www.facebook.com/pages/Mizio-Vilardi/229892440497912?fref=ts