Tag Archives: anteprima

Cecilia: da oggi in anteprima su Rockit il videoclip “23 dicembre”, primo singolo estratto da “Mari e Venti”

18 Apr

Circa due mesi fa, il 26 febbraio, è stato pubblicato il primo disco solista di Cecilia, “Mari e Venti”. Oggi finalmente sveliamo l’identità di questa artista così eterea, intimamente graffiante e fuori dagli schemi. Dietro il moniker “Cecilia” si cela infatti Mariateresa Regazzoni, fondatrice della Jestrai Record nonché attivissima e appassionata promotrice di artisti indipendenti da quasi vent’anni.

Già dal 2009 Mariateresa ha iniziato a presentarsi al pubblico anche come artista, cantante e tastierista, nella band dei Füsch, con la quale ha inciso cinque dischi (e nella quale agli esordi ha militato anche Amaury Cambuzat degli Ulan Bator). Alla fine del 2015, e precisamente il 23 dicembre, Mari/Cecilia ha quindi iniziato a dar vita e forma alle numerose idee che già aveva in cantiere per il suo esordio solista e così è nato il disco “Mari e Venti”, di cui “23 dicembre” è il primo singolo.

Mariateresa Regazzoni è anche l’ideatrice e artefice dello stralunato e psichedelico videoclip che accompagna il singolo e che da oggi è in anteprima esclusiva su Rockit.

Potete guardarlo da qui:

https://www.rockit.it/news/cecilia-jestrai-verdena-nuovo-video-nuovo-album-23-dicembre

 

Annunci

Preparatevi ad un Natale diverso con “M.K.M.A.” dei Marijuanal

16 Nov

MarijuanalA6conLOGOrid2(d)(aRtLoVeRs)A distanza di circa un anno dalla genesi del disco d’esordio “Stoned Punk”, che li ha consacrati tra le migliori realtà emergenti nel panorama hardcore internazionale (con brani che hanno scalato rapidamente le classifiche di gradimento e si sono fatti notare anche dalla storica etichetta americana Epitaph), gli italianissimi Marijuanal tornano con una nuova autoproduzione per augurare a tutti uno splendido Natale… a modo loro.

M.K.M.A. (Merry Kiss My Ass)”, nuovo singolo e videoclip in uscita il 23 Novembre (ma da oggi in anteprima su Italia di Metallo, Ondalternativa e RockGarage), non lascia infatti dubbi sul suo tema: Spear e Piledriver vogliono distruggere a suon di schitarrate e ritmi sostenuti la melensa e patinata ipocrisia che spesso viene perpetuata durante le grandi abbuffate natalizie con tutta la famiglia riunita, creando a volte situazioni di grande disagio.

Mixata e masterizzata da Joel Evenden (Zucchero, Rod Stewart, Eric Clapton, BB King…), “M.K.M.A. (Merry Kiss My Ass)” si prepara a stravolgere il vostro prossimo Natale e forse anche quelli a venire.

Qui il video, filmato ed editato da Andrea Bonfanti (regista noto per alcuni spot per Vodafone, Samsung, Apple…) che da oggi fino al 23 Novembre sarà in anteprima esclusiva su Italia di Metallo, Ondalternativa e RockGarage:

https://www.youtube.com/watch?v=gtFXMpIUYVE

* * * *

BIOGRAFIA MARIJUANAL

I Marijuanal nascono in provincia di Rovigo tra Marzo e Aprile 2013 per volontà di Spear (voce, chitarra), desideroso di tornare a suonare alcuni dei generi da lui più amati: hardcore, metal, thrash degli ‘80, punk. Ad accompagnarlo in questo progetto giunge ben presto Piledriver (basso). Dall’esplosiva combinazione delle idee dei due artisti, il progetto Marijuanal, che sembrava esser nato solo per dar sfogo ad impulsi di matrice hardcore, prende forma e inizia a delinearsi in qualcosa di più completo.

Così i due producono il primo demo, nell’estate del 2013, intitolato “Garbage Paradise”, contenente quattro pezzi, e a Settembre 2013 si assiste già ad una prima svolta nel loro sound, con il secondo demo, dall’evocativo titolo “Greatest (s)hits”, che segna un netto miglioramento compositivo e sonoro.

Da quel momento Spear e Piledriver lavorano sodo per raggiungere il tipo di suono che volevano trasmettere e finalmente, nell’Agosto 2014, danno alle stampe il debut album “Stoned Punk” -mixato e masterizzato a New York da Bob Davodian (Randall Flagg, Divine Rapture…) – nuovo tassello della loro inarrestabile crescita sonora.

Diversi brani tratti da questo primo lavoro raggiungono ottimi piazzamenti nelle classifiche internazionali: “Alone”, il primo singolo tratto dal disco, entra infatti direttamente al numero 1 nella classifica punk di Soundclick su un totale di oltre 18000 canzoni, nonché 47° nella classifica rock, su un totale di oltre 251000 canzoni; il secondo singolo, “No Pussies In The Skatepark” (per il quale è stato anche realizzato un video totalmente DIY a budget praticamente 0) entra al numero 4 nella classifica punk; “1984”, terzo singolo e secondo videoclip del duo, arriva al numero 1 sia nella categoria punk che nella categoria rock (su un totale di oltre 255369 canzoni) ed, ancora, “Blood” raggiunge la posizione 23 nella categoria metal, su un totale di 107324 canzoni, e “Blotter” arriva al numero 3 nella categoria alternative (su 189494 canzoni) e al numero 1 nella categoria nu-metal.

Su Reverbnation i Marijuanal raggiungono poi la posizione 1 sia nella chart punk locale che in quella nazionale mentre nella global chart punk sono riusciti a classificarsi alla 31^ posizione.

I brani della band si sono fatti apprezzare anche sul sito della Epitaph, leggendaria label punk (di Brett Gurewitz, chitarrista dei Bad Religion) e sono presenti nelle playlist di diverse radio a livello internazionale (dalla California alla Florida, dall’Argentina al Brasile, dalle Filippine al Canada, senza trascurare ovviamente l’Italia…) nonché presenti in diverse compilation.

A Novembre 2015 Spear e Piledriver tornano sulle scene con un nuovo singolo, il cui sound è influenzato dal j-rock, e con il relativo videoclip divertente e provocatorio. Il titolo del brano è “M.K.M.A. (Merry Kiss My Ass)”.

Mix e mastering di questo nuovo pezzo sono stati curati da Joel Evenden (BB King, Zucchero, Rod Stewart, Eric Clapton, etc.) mentre il regista del video è Andrea Bonfanti (noto per diversi spot pubblicitari per Vodafone, Samsung, Apple…). Il tema del singolo è, come si può dedurre dal titolo, il Natale. Per questo i Marijuanal, con la loro solita ironia e impetuosità, ci faranno entrare a loro modo nel clima natalizio…

Line up:

Spear Papela: Voce, chitarre, e-drum

Leo “Piledriver” Sama: Basso, e-drum

Link utili:

https://www.facebook.com/pages/Marijuanal/354225004678277

https://twitter.com/marijuanalband

http://www.youtube.com/user/marijuanalband

http://www.reverbnation.com/marijuanal

https://marijuanalband.bandcamp.com/

Per acquistare “Stoned Punk”:

http://www.amazon.com/Stoned-Punk-Explicit-Marijuanal/dp/B00NAQ0TBQ/ref=sr_1_1?s=dmusic&ie=UTF8&qid=1412504465&sr=1-1&keywords=Marijuanal

* * * * * * *

Mizio Vilardi: Anteprima live per l’ep d’esordio “Radici sotto i piedi”

21 Set

Mizio Vilardi - Locandina anteprima live Radici Sotto I Piedi (aRtLoVeRs)

Con un solo brano Mizio Vilardi seppe, poco più di un anno fa, conquistare numerosi ascoltatori sedotti da una voce tanto calda e suadente nonché da una musica semplice eppur elegantissima. Quel brano era “Flow”, primo passo da solista per questo cantautore che da poco aveva abbandonato i ciuffi ribelli e l’anima rock (suoi status symbol nelle band di cui ha fatto parte, in particolare i più recenti e ben noti Convira) e già con questo singolo era riuscito ad affascinare vecchi e nuovi ascoltatori, presentandosi ai nuovi con una sincerità pura e disarmante e ai vecchi con una veste del tutto nuova ed inaspettata.

Sull’onda del successo di “Flow” quindi, Mizio Vilardi ha deciso di dar vita ad un intero ep a suo nome. Nasce così “Radici sotto i piedi”, composto da cinque brani tra i più rappresentativi di questo nuovo percorso intimista dell’autore che, in compagnia della fedelissima cantautrice Cloud e di altri musicisti di altrettanto talento, uscirà ufficialmente in tutti gli stores il prossimo 15 Ottobre.

Per presentare questo suo nuovo lavoro, nonché primo della carriera da solista, Vilardi ha deciso – come il titolo stesso del disco suggerisce – di ripartire dalle sue radici, dalla sua terra; per questo l’intero ep sarà presentato in un’esclusiva anteprima live sabato 3 Ottobre, a partire dalle ore 20, nel Centro Culturale Auditorium della Parrocchia San Domenico di Molfetta (BA). Durante il live potrete ascoltare sia le canzoni di Mizio Vilardi e sia brani noti di altri artisti che Mizio rileggerà a suo modo, personalizzandoli in maniera originale.

La serata sarà condotta dalla presentatrice Mara Annese, mentre sul palco, oltre a Vilardi e Cloud, sarà presente Cetta Annese con il suo violino. E, a proposito di violini, le corde emozionali che saranno toccate durante questo esclusivo evento varranno la curiosità di un ascolto, perché tante saranno le sorprese per i presenti.

Non mancate quindi sabato 3 Ottobre a partire dalle ore 20,00 presso il Centro Culturale Auditorium della Parrocchia San Domenico di Molfetta (BA). Ingresso gratuito.

* * * * * * *

BIOGRAFIA MIZIO VILARDI

Mizio Vilardi, al secolo Maurizio Vilardi, è nato a Molfetta il 15 maggio del 1988. Dall’età di diciassette anni ha iniziato a suonare la chitarra ma ha convissuto con la musica già da molto tempo prima, grazie ai numerosi ascolti dei genitori e grazie ad una sorella maggiore con un passato da musicoterapeuta, che sin da bambina era solita riempire la casa di strumenti musicali e trofei.

Ben presto Mizio ha cominciato a suonare in diverse band, maturando così preziose esperienze e cominciando a sperimentarsi come autore, finché, all’età di venticinque anni, ha deciso di ripartire soltanto da sé, con un progetto personale chiamato semplicemente con il suo nome e presentato nel 2014 con il brano “Flow”, nato in collaborazione con alcuni straordinari musicisti (la cantautrice Cloud, il polistrumentista Alex Grasso e la compianta violinista Gabriella Cipriani, cui sarà dedicato il brano “Occhi aperti (so far, so close)” primo singolo del primo ep dell’artista) che hanno voluto far proprie le intime composizioni di Vilardi, impreziosendole con la loro sensibilità.

Attualmente l’artista vive a Roma e, per professione, indossa una mimetica. Oltre a dedicarsi alla musica, ama scrivere ninna nanne e poesie, molte delle quali si perdono nel disordine che “spesso genera la vita, laddove l’ordine spesso genera l’abitudine”, come ben profetizzò Henry Adams.

Le composizioni di Mizio Vilardi hanno l’anima del pop d’autore ma sono sempre contaminate con i suoni del mondo, in cui voce, musica e testi riflettono l’introspezione di questo raffinato progetto artistico, mostrandone apertamente la sua essenza non solo musicale ma anche poetica e filosofica.

Dopo essersi presentato con “Flow”, Mizio ha raccolto alcuni brani più importanti del suo repertorio e li ha pubblicati il 15 Ottobre 2015 nel suo primo ep, “Radici sotto i piedi”, che già dal titolo mostra la volontà di non dimenticare mai le proprie origini ma contemporaneamente di proseguire il proprio cammino. Ovunque esso porti.

Link utili:

Pagina FB:

https://www.facebook.com/pages/Mizio-Vilardi/229892440497912?fref=ts

Ascolta qui “Flow:

https://soundcloud.com/artlovers-promotion/mizio-vilardi-feat-cloud-flow